Monumenti & Storia

L’Icona, dedicata alla Madonna della Scala, dove era racchiuso un pregiato quadro ad olio, del quale non è stata rilevata l’epoca e la fattura, originariamente era ricavata in muratura e  poggiava sulla roccia alle pendici del Castello, in prossimità della strada di accesso pedonale al Borgo, subito prima della Porta di Mola.

Dopo la costruzione dell’attuale Strada Rotabile S.P. N.10, che ha modificato l’accesso al paese, negli anni ’60, l’icona, ad opera dei fedeli, venne trasformata in una grotta scavata nella roccia della parete del castello allo stesso posto della sua originaria posizione.

Il quadro della Madonna è stato collocato al centro di un moderno altare marmoreo dove oggi si può ammirare.

Monumenti & Storia

Edificio di antica costruzione risalente al XIX secolo con architetture tipiche del vecchio Borgo Medievale. A partire dal 1920 è stato sede della I° Scuola Elementare di Castelmola.

Successivamente nel 1956 l’edificio è stato ristrutturato ed adibito all’attuale Biblioteca denominata Prof. Salvatore Gullotta, Cittadino Castelmolese che ha donato il proprio patrimonio librario. L’edificio architettonicamente presenta il caratteristico Bagghio, arco di sostegno della scala di ingresso alla biblioteca dall’antistante belvedere della Chiesa Madre.

Festa della Noce di Motta Camastra

Monumenti & Storia

La sua realizzazione è stimata intorno all’anno 900 d.c. con caratteristiche costruttive greco-romane. L’arco monumentale era situato subito dopo la Porta di Mola, ingresso principale del Borgo, alla sommità di una scalinata ricavata lungo la parete rocciosa, da dove dominava l’antica piazzetta antistante la Chiesa di Sant' Antonino (oggi auditorium comunale). Durante la costruzione della attuale piazza Sant' Antonino, l’Arco, simbolo dell’ingresso al paese, è stato isolato e posizionato su una gradinata in pietra calcarea che ne esalta la maestosa bellezza.

Torna all'inizio del contenuto